Questo non è il solito articolo su come tonificare i glutei per metterli poi in “bella mostra” quest’estate.

Purtroppo stiamo invece parlando di una vera e propria patologia che si chiama “Amnesia del gluteo”.

Il gluteo non è un singolo muscolo ma è formato da un insieme di tre muscoli, rispettivamente il piccolo, medio e grande gluteo. La principale azione di questi muscoli è l’estensione dell’anca ma intervengono anche nell’Adduzione e Abduzione dell’anca.

Il grande gluteo è il muscolo più grande e più potente che abbiamo, peccato che in molti casi non sappiamo come attivarlo. La questione non è solo estetica anzi si tratta proprio di una questione di benessere. Quanti di voi spesso si lamentano di un dolore alla schiena e in particolar modo nella zona lombare ? In pochi sanno che questo dolore in molti casi è dovuto anche ad una debolezza dei glutei che hanno un ruolo essenziale nella stabilizzazione del bacino; i glutei e principalmente il grande gluteo, intervengono infatti in sinergia con muscoli addominali nella retroversione del bacino diminuendo la lordosi lombare .

Perchè oggi si parla di amnesia del gluteo? Tutto nasce dal fatto che passiamo troppo tempo seduti. Dovremmo parlare infatti di un altra “malattia”: la sedentarietà !!!

Se incominciassimo a pensare a tutte le ore che passiamo seduti ci spaventeremmo. Facciamo un piccolo esempio. Un persona che lavora in ufficio trascorre mediamente otto ore del suo tempo seduto davanti alla scrivania, aggiungiamo poi circa due ore in cui stiamo comunque seduti per mangiare (tra colazione, pranzo e cena) ed infine altre due o tre ore che sicuramente passiamo sul divano davanti alla TV (forse sono stato anche troppo buono). Sommando tutte queste ore arriviamo a circa dodici ore. Aggiungiamo poi che nella mezza giornata che ci rimane dormiamo circa otto ore, ne rimangono quattro. Capite ora quanto sia importante muoversi in questo poco tempo che ci rimane. Che sia chiaro non voglio dire che dobbiamo trascorrere tutto questo tempo in palestra o a correre, ma sicuramente dobbiamo pensare ad inserire un ora di attività in palestra (allenamento con resistenza) almeno due volte a settimana e poi cambiare il nostro stile di vita cercando di aumentare il nostro movimento quotidiano (NEAT – NO EXERCISE ACTIVITY THERMOGENESIS) con strategie banali come spostarsi il più possibile a piedi o in bicicletta e prediligendo le scale all’ascensore.

Ma torniamo alla Gluteus Amnesia.

Abbiamo capito che la maggior parte delle persone si muove poco e che passa troppo tempo seduta mantenendo così i glutei in continuo allungamento e gli ischiocrurali retratti . Ora pensate ad un elastico che sta per molto tempo tirato! Cosa succede se poi provate a riportarlo alla sua forma originale ? Noterete che sarà più lungo e che avrà perso il suo potere elastico. Questo è quello che succede al nostro gluteo che sta sempre allungato: perde la capacità di contrarsi.

Adesso vorrete sapere cosa possiamo fare per riprendere tono e forza sul gluteo. Prima di tutto occorre fare un piccolo test che permetta di capire se prevale l’attivazione degli ischiocrurali su quella del gluteo e poi si potrà iniziare un programma di allenamento specifico con esercizi come ponte isometrico, hip thrust, affondi al trx…

Per concludere il consiglio che do è quello di affidarsi ad istruttori qualificati che continuano ad aggiornasi e che fanno il proprio lavoro con passione.

Marco Paolinelli 
CrossFit Trainer Certificate Lev. 1
Strenght Expert (FIPL)

MyFitnessClub Senigallia