Il “gruppo” è un insieme di persone che si frequenta grazie ad una idea o ad un interesse o ad una passione comune.

Infatti il gruppo “Amici ed amanti della montagna” è fatto da chi la montagna la ama e se una domenica decidessero di andare a fare una gita e all’arrivo a 2500 metri di quota un componente di questo gruppo scendesse da pulmann ed esclamasse:

“ . . . ma cavolo perché siamo qui a me la montagna non piace!”

Bhe potremmo dire che il soggetto ha sbagliato gruppo di riferimento!!!

 

Ma se invece ci rivolgessimo ad una Squadra di alpinisti professionisti che decidono di scalare l’Eeverst, credete che tra loro potrebbe esserci qualcuno che a 5.000 metri di quota gli venga in mente di dire quello che avete letto prima?

Certo che no!!

Perché quando porti la situazione un po’ più verso il limite, o quel limite lo sai gestire per superarlo o perdi nel limite.

L’Everest o lo scali o non lo scali, non vai fin lassù per fare una “braciolata tra amici”!!!

 

E allora permettetemi di lasciarvi la mia definizione di Squadra:

“un insieme contenuto di individui, che credono in Valori comuni, aventi obiettivi condivisi e stimolanti, con conoscenze e competenze diverse e complementari, coordinati da un leader autorevole, stimolati dal raggiungimento di prestazioni elevate, aventi l’attitudine mentale settata sulla ricerca della soluzione e non del problema, ottimamente pianificati e programmati.

 

La squadra è l’elemento di evoluzione naturale per competere divertendosi in un mercato, che come quello che ci circonda, è in continua trasformazione.

La squadra ci fa stare insieme ai colleghi in un modo profondamente diverso.

La squadra è strutturata per vincere

Il gruppo partecipa.