Il termine “Calisthenics” (o Calistenia) definisce una particolare branca dello sconfinato mondo dell’ allenamento funzionale: il corpo libero.
Gli esercizi a corpo libero rappresentano quell’insieme di prove fisiche in cui il soggetto è chiamato a vincere una forza esterna, data dal proprio peso corporeo, sfruttando in maniera globale e naturale il proprio apparato locomotore, costituito da ossa e muscoli.
In particolare, sfruttando le proprie leve in maniera più o meno vantaggiosa, è possibile ripetere movimenti in maniera sistematica e razionale in modo tale da eseguire esercizi veri e proprio volti al raggiungimento di un particolare obiettivo.
Come nell’allenamento coi sovraccarichi quindi è possibile raggiungere una forma fisica migliore (migliorando la composizione corporea, la mobilità, l’equilibrio, le capacità cardiache e polmonari) passando da un carico inferiore ad uno maggiore, seguendo i principi cardine dell’allenamento della continuità e della progressività del carico.
Gli esercizi che possono essere effettuati utilizzando il proprio corpo sono infiniti ma è possibile suddividerli in 2 grandi macroaree: la tirata e la spinta.
Con il termine “Tirata” si fa riferimento a tutto quell’insieme di esercizi caratterizzati da schemi motori diversi ma accomunati dall’ obiettivo di generare forze volta ad avvicinare il proprio corpo ad un attrezzo o supporto. Per gli elementi di spinta invece vale l’opposto.
Lo scopo dell’ allenamento calisthenico si racchiude nel raggiungimento di una forma fisica migliore determinata dalla continua crescita del proprio bagaglio di movimenti.
In definitiva è il miglioramento delle proprie capacità che ha come conseguenza il raggiungimento di una forma fisica migliore, determinata dagli adattamenti che il corpo riceve in risposa a stimoli naturali ripetuti nel tempo in maniera graduale.
Lo scopo di questo Workshop è quello di definire la natura del calisthenics e lo scopo che contraddistingue questa disciplina, nonché le metodiche che vengono attuate al fine di rendere ogni esercizio più facile o più difficile in base al livello del soggetto, senza che l’esercizio stesso perda la propria natura allenante di movimento multi articolare funzionale a carico naturale.
Verrano illustrate e giustificate le numerose progressioni dei vari esercizi e le modalità con cui questi vengono inseriti in una seduta di allenamento per difficoltà e tipologia (tirata e spinta). Infine attraverso una vera e propria seduta di allenamento sarà possibile provare in maniera attiva diversi esercizi, con lo scopo di determinare il proprio livello e percepire in prima persona la volontà di raggiungere un controllo maggiore del proprio corpo, in maniera naturale, stimolante e divertente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *